Una terra avvolta dal silenzio, dove scorre acqua nera che attraversa montagne create dall’uomo.

4.500-5.000 sono le tonnellate di rifiuti scaricati ogni giorno nella discarica più grande d’Europa, “Malagrotta” dove la vita sembra lontana, trova nella natura la sua forza, indistruttibile e inarrestabile.
Come un soldato che ha perso la sua guerra, mostra le cicatrici profonde, ci obbliga ad aprire gli occhi, anche se a volte preferiamo tenerli chiusi….

Durante la notte emerge una città parallela fatta di fumi, fuochi e ombre, accompagnati da un odore insopportabile e una nube bianca e densa: è la Città di Neve

 

Testo di Gian Marco Sanna – Maela Darida

A  land  enveloped  in  silence,  where  black  water  flows  through  mountains  created  by   man.

4,500  – 5,000   tons   of  waste   are   tipped   every   day in   the   biggest   dump  in   Europe, Malagrotta   where   life   seems   to   be   far   away   and   nature   finds   its   strenght   which   becomes  enduring  and  unrestrainable. Like   a   warrior   who   has  lost   his   battle  it   shows  its   deep   wounds   and  forces   us   to   open  our  eyes,  even  if  we  sometimes  prefer  keeping  them  closed…

During   the   night   a   parallel   city   emerges   which   is   made   up of smokes,   fires   and   shadows   together   with   an   unendurable   stench   and   a   white,   thick   cloud:   it   is   the   City  of  Snow.

 

Text by Gian Marco Sanna – Maela Darida

  • Author: Gian Marco Sanna
  • State: Ongoing